SEI IN > VIVERE VICENZA > CRONACA
articolo

Fiera di Pozzoleone, sequestrati circa 3 mila prodotti non sicuri

2' di lettura
24

Nel corso della fiera di San Valentino di Pozzoleone, la guardia di finanza di Vicenza ha sottoposto a sequestro amministrativo circa 3.000 articoli, in violazione alle norme del Codice del Consumo, con contestuale irrogazione delle relative sanzioni amministrative per un totale di 4.128 euro.

È questo il bilancio dei controlli di polizia economico-finanziaria posti in essere dalle Fiamme Gialle del Gruppo di Bassano del Grappa, attività che hanno permesso di rilevare la presenza di merce, posta in vendita ai consumatori finali, priva delle informazioni minime in lingua italiana, al fine di comunicare correttamente le caratteristiche dei prodotti. In particolare, sono stati sequestrati oltre 2.500 articoli di bigiotteria e di pelletteria, tra cui collane, bracciali, orecchini e borse, potenzialmente lesivi per la salute dei consumatori e circa 500 prodotti elettrici per il “fai da te”, come strumenti per il giardinaggio e trapani avvitatori, pericolosi per la sicurezza della persona, merce che era esposta senza i contenuti minimi delle informazioni prescritte dal Codice del Consumo.

I finanzieri bassanesi hanno accertato che gli articoli venivano messi in vendita in violazione delle disposizioni in tema di “etichettatura”, in quanto privi delle necessarie indicazioni in lingua italiana che devono essere poste all’attenzione del consumatore finale, quali, ad esempio, le precauzioni particolari per l’impiego e la composizione, nella prospettiva di consentire agli stessi di evitare eventuali situazioni di pericolo dovute a errate modalità d’impiego e a reazioni allergiche.

Le Fiamme Gialle bassanesi hanno eseguito paralleli controlli volti a rilevare la regolare certificazione dei corrispettivi con l’emissione dello scontrino fiscale, in esito ai quali sono state applicate 4 sanzioni amministrative. In un caso, è stata riscontrata la mancata accensione del registratore di cassa da parte, pur a fronte di operazioni commerciali poste in essere.



Questo è un articolo pubblicato il 22-02-2023 alle 14:41 sul giornale del 23 febbraio 2023 - 24 letture






qrcode