Controlli nel week end nei locali notturni a Vicenza e Creazzo. Scoperti lavoratori in nero e sostanze stupefacenti

2' di lettura 09/03/2023 - I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Vicenza hanno sottoposto a controllo due locali notturni durante la notte tra sabato 4 e domenica 5 marzo scorso per verificare la posizione lavorativa dei dipendenti e svolgere concomitanti controlli antidroga con il supporto dell’unità cinofila in forza al Gruppo di Vicenza.

In dettaglio, l’attività si è svolta nei confronti di un disco bar di Creazzo e presso un nightclub del capoluogo, e ha portato all’individuazione e al controllo di decine di lavoratori di cui 4, nel primo locale, sono risultati completamente in nero.

Nei confronti di entrambi i locali i militari del Gruppo della Guardia di Finanza di Vicenza proseguono ora con la verifica del corretto inquadramento giuslavoristico di tutti i circa 50 dipendenti identificati.

È stata poi inviata la proposta di chiusura al competente Ispettorato del Lavoro di Vicenza per il primo locale nel quale sono stati rinvenuti 4 lavoratori completamente in nero su 7 identificati; lo stesso locale era già stato sottoposto ad analogo provvedimento nei mesi scorsi quando i finanzieri avevano trovato ben 9 lavoratori in nero su 10 e, di conseguenza, erano stati apposti i sigilli dal 16/11/22 al 02/12/22 in attesa del pagamento delle sanzioni e della regolarizzazione della posizione dei dipendenti irregolari.

Questa volta è scattata la chiusura, sempre a cura dell’Ispettorato del Lavoro di Vicenza notiziato dalle Fiamme Gialle beriche, dal 9 marzo; la chiusura potrà essere revocata una volta pagate le sanzioni, raddoppiate per via della recidiva e solo dopo la regolarizzazione dei lavoratori in nero.

Inoltre, due persone, una per locale, sono state segnalate alla locale Prefettura per detenzione di sostanze stupefacenti per uso personale, pari ad un grammo ciascuno di cocaina.

Prosegue l’attività della Guardia di Finanza di Vicenza finalizzata al controllo del lavoro nero, a tutela della corretta concorrenza e dei lavoratori nonché al contrasto del consumo di sostanze stupefacenti a tutela della salute pubblica. L’operazione investe, in particolare, un settore, quale quello dell’intrattenimento, particolarmente delicato, soprattutto per il coinvolgimento di minori.







Questo è un articolo pubblicato il 09-03-2023 alle 10:27 sul giornale del 10 marzo 2023 - 12 letture

In questo articolo si parla di cronaca, redazione, articolo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/dWyM





logoEV
qrcode